Jarabacoa - Cordigliera centrale
 
turismo d'avventura tra fiumi e cascate
alpinismo, jeep safari, parapendio, rafting
 
     
 

JARABACOA "...terra dell"eterna primavera"

 
 
 
     

 

 

     

 

Dove si trova

Jarabacoa e' situata sulla Cordigliera Centrale a 530 metri s.l.m.

 

 

 

 
 
la nuova strada (Febbraio 2012) che collega Costanza a Jarabacoa
     

 

Come si raggiunge

Jarabacoa si raggiunge in auto prendendo l'autopista Duarte (autostrada n. 1) in direzione nord, dopo La Vega, e proseguendo lungo la statale Federico Basilis per altri 24 km. Nel Febbraio 2012 il presidente Leonel Fernandez ha inaugurato la strada che collega Jarabacoa a Constanza, lunga 27 chilometri con una larghezza delle due corsie di 3,3 metri ciascuna.

Perche' Jarabacoa

Una leggenda racconta la storia d'amore tra una splendida donna india e un affascinante gentiluomo spagnolo. Insieme fondarono Jarabacoa che nella lingua taino significa "terra dove scorre l'acqua". Il clima e' piacevolmente fresco durante tutto l'anno. La temperatura media annuale e' di circa 22 gradi, con punte massime di 28 e minime di 16. La valle, di circa 23 km quadrati, ha la forma di un triangolo disegnato dai fiumi Yaque del Norte (il principale fiume della Repubblica Dominicana, lungo circa 300 km) e l’Jimenoa, un suo affluente il cui corso è contrassegnato da cascate, meta di gite turistiche. Il paesaggio, ricco di pini, fiumi e cascate, ricorda quello alpino. La citta' (60.000 abitanti) offre la possibilita' di visitare numerosi i negozi di moda e le gallerie d'arte. La zona e' ideale per l'ecoturismo e il turismo d'avventura: nel 1999 si è svolto qui il campionato Latinoamericano di Mountain Bike, con 160 partecipanti provenienti da 11 paesi; nel 2000 e nel 2001 e' stata scelta dal Malboro Adventure Team come campo di preselezione. Il Rancho Baiguate organizza differenti tipi di escursioni: rafting sul fiume Jimenoa, alpinismo nel Canyon del fiume, jeep safari fino alle cascate, tubing lungo il fiume, lasciandosi trasportare dalla corrente su tubi galleggianti, scalate al Pico Duarte, parapendio da una altezza di 200 metri guidati da un istruttore pilota. Quattro chilometri prima d’arrivare alla cittadina di Jarabacoa, a sinistra, c'è una deviazione che porta ad una delle piu' note mete escursionistiche, la cascata dell’Jimenoa. Su una strada perfettamente percorribile, si passa davanti al club del golf e dopo circa 11 km si giunge al fiume dove e' possibile parcheggiare la macchina. Pagando 10 pesos, si accede al sentiero e in pochi minuti, attraverso diversi ponti di corda, si arriva alla cascata. Le escursioni verso il Pico Duarte richiedono circa tre giorni, ma sono facilitate dall’aiuto delle guide e dall’uso dei muli. In compenso, il paesaggio e' di incredibile bellezza. In particolare, la strada percorsa da Jarabacoa a Manabao da sola vale gia' l’escursione, anche per chi non desidera affrontare l'escursione più impegnativa verso il Pico nel Parco Bemudez. Di ritorno ad Jarabacoa merita una visita il Seminario Salesiano che sorge in questa zona e svolge numerose attività sociali.

 

     

 

 

     

 

 

     

 

 

 
     

 

 

     

 

 

     

 

 

 

Loading