hotel
indice generale
escursioni
ristoranti
vita notturna
santo domingo
golf
corsi sub
spiaggia boca chica
pesca alto mare
home
mini guida
notizie utili
scriveteci
citta' coloniale
case vendita
cambio
meteo
spiagge del nord
racconti di viaggio

 

Annunci Google

 

 

Diari marittimi di Bayahibe Repubblica Dominicana

 

 

 

Boca Chica low cost

 

 
 

 

 

 

 

A raccontare e' Vittorio, pescatore e navigante quasi solitario, appassionato e profondo conoscitore di Santo Domingo e Boca Chica, ma soprattutto del Parco Naturale dell'Est, vale a dire di Bayahibe e delle isole Saona, Catalina e Catalinita.

In una parola, il meglio del mar dei Caraibi.

 

     

 

 

     

 

Il porticciolo naturale di Bayahibe e' ben posizionato strategicamente all'estremita' sud-est dell'isola Hispaniola. Un perfetto luogo d'imbarco per piacevolissime gite; di seguito annotero' le mie preferite. Il consorzio marittimo nella piazza del paese offre, dopo le trattative di rito, lance di diverse dimensioni e motorizzazioni. Un'imbarcazione medio-piccola , ottima per 4/6 persone con 50/60 CV non deve costare piu' di 200 $ capitano e carburante inclusi.

 

     
 
     

 

PLAYA DEL CANTO

Si trova sul versante sud dell'isola di Saona a un'oretta di navigazione da Bayahibe.

 

 
Costeggiando l'isola olterpasso le spiagge piu' affollate, meta d'obbligo dei numerosi clubs di vacanze sorti nei paraggi nell'ultimo ventennio. Dopo un villaggio di pescatori nel quale si puo' far tappa per comperare un souvenir, doppio capo Canto de la Playa e ancoro la lancia.

 

La spiaggia e' bianchissima ed i colori caraibici veramente entusiasmanti ; una piccola barriera corallina la circonda e protegge quasi interamente per la gioia degli snorklers, mentre i piu' pigri godono una lettura all'ombra delle palme ( attenzione ai cocchi cadenti ) o un bagnasciuga ideale per camminare e sdraiarvisi.

 

     

 

 

     

 

Nell'immediato entroterra si trova la casa di vacanze di un medico della capitale, unica costruzione nei paraggi mentre sulla spiaggia un barbecue e' a disposizione per arrostire un pesce o un pollastro locale. Capita spesso di essere gli unici visitatori e di godersi questo gioiellino in esclusiva tranquillita'.Per evitare spiacevoli scontri ravvicinati con mosquitos e tafani, che possono calare a frotte repentinamente nei momenti di calma di ventoe' necessario portare a scopo precauzionale una bottiglia di olio di cocco ; in caso di attacco aereo esistono 2 opzioni:spalmarsi copiosamente o rifugiarsi in acqua aspettando che cessi l’allarme.

TRE VARIAZIONI SUL CANALE DI CATALINITA

Dopo una mezzoretta di navigazione in direzione sud ovest imbocco il canale; prima di raggiungere Catalinita , leggermente a nord (sulla sinistra), affiora una lingua di sabbia lunga circa 500 m. e larga 100, e' la PLAYA SECRETA.

 

     

 

 

     

 

L'acqua e' alta una ventina di centimetri e forma una sequenza di deliziose piscinette naturali alternate a tratti piu' uniformi. La temperatura dell'acqua e' quasi a livello di cottura ed il luogo e' perfetto per una clamorosa insolazione. Da questa posizione la vista di CATALINITA e' impagabile e dopo una passeggiata e un bel puccio nelle varie polle proprio la' ci dirigiamo. In realta' sono due isolotti separati da un piccolo canale dove l'acqua e' piu' fresca e trasparentissima, un bagno da sogno !!

 

     
 
     

 

Non ci sono costruzioni e l'ombra e' un miraggio, copritevi bene capo e collo. Appena al largo dell'isolotto piu' avanzato ( a est ) si vedono emergere varie parti di una nave affondata. Nei giorni poco ventosi si puo' facilmente ancorare la lancia nei paraggi e fare un'oretta di snorkeling sopra il relitto, la profondita' e' poco impegnativa sui 5/6 metri e come in tutti i relitti che si rispettino la fauna marina e' assai interessante : squali nutrice, ricciole,carangidi, aragoste e verdissime murene sono presenti in buona quantita'.

 

     

 

 

 

     

 

Un'ottima opzione rientrando verso Bayahibe e' addossarsi a Saona e trainare per tutto il canale a una ventina di metri dalla costa, l'ora migliore e' certamente il tramonto. Fra le esche piu' appetitose cito il classico cucchiaione argentato, il popper per la superficie ma soprattutto il balau' ( non so come si scrive ) che e' un pesciolino di 10,15 cm.che si innesca con un amo grosso, si imbraga,si lega ad un terminale d'acciaio di 40 cm. e con una girellona si attacca alla lenza del mulinello. Il pesce lavora in superficie ed e' mortale per il barracuda che e' la cattura piu' frequente, anche in grossi esemplari sui 10 kg.

Meglio prenotare 4/5 di queste esche gia' montate con un giorno di anticipo al capitano della barca e allungargli un'adeguata mancia in modo che non si dimentichi o non li porti vecchi di 2 giorni gia' in stato di decomposizione.Altre catture normali sono tonnetti pinna gialla e carangidi.

Alla fine del canale si puo' recuperare la lenza e dar tutta manetta verso Bayahibe.

 

     

 

 

 
     

 

Continua con Catalina e Altos de Chavon...

 

     

 

 

 

 

Annunci Google

hotel
indice generale
escursioni
ristoranti
vita notturna
santo domingo
golf
corsi sub
spiaggia boca chica
pesca alto mare
home
mini guida
notizie utili
scriveteci
citta' coloniale
case vendita
cambio
meteo
spiagge del nord
racconti di viaggio